Sei in: home page >> spiritualità

Orientamenti per la preghiera del Venerabile Padre Lanteri

La qualità della preghiera

Mai il ven. Lanteri predilesse la quantità alla qualità della preghiera. Buon discepolo di san Francesco di Sales nel testo Documenti per chi vuole servire a Dio in spirito e verità notò:

"Le orazioni vocali devono essere poche, ma fervorose. Non è il molto cibo, ma il cibo ben digerito che dà vigore. Vale di più un solo "Padre nostro" od un breve Salmo detto tranquillamente e con affetto, che molte corone ed offici recitati affrettatamente e con ansietà".

A DIO PADRE, FIGLIO E SPIRITO SANTO

Mettersi alla presenza della Santissima Trinità

"Eleva la mente a Dio. CrediLo veramente presente e che ti sta guardando, pronto ad aiutarti se in Lui confidi. Fagli un profondo inchino e digli: Ti adoro, sacrosanta ed individua Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo".

Offerta delle proprie facoltà alla Santissima Trinità

"Ti offro, Eterno Padre, la mia memoria; Tu riempila. Ti offro, Divin Figlio, il mio intelletto, Tu illuminalo. Ti offro, Spirito Santo, la mia volontà, Tu infiammala".

Che io Ti ami o Dio!

"Mio Dio, il solo avermi Tu amato fin'ora, non amandoTi, dovrebbe farmi avvampare per sempre d'un amore infinito. Non sono capace a tanto, ma Ti voglio amare quanto è capace di amarTi una creatura; onde Ti dirò pregandoTi e promettendoTi: "che io ti ami sempre Signore" (cfr. Dt 19,9). E Tu lo sai che se non Ti amo tanto, almeno desidero di amarTi tanto, "Tu sai che io ti amo" (Gv 21,17), e nulla sarà capace di separarmi dal Tuo amore, protestandomi di volere esattamente osservare la Tua santa legge, ciò appunto che si richiede per amarTi, e ciò che per amarTi quanto più so e posso Ti domando. Amen".

Parafrasi del Padre Nostro

- "Padre nostro che sei nei cieli, ecco un Tuo figlio prodigo che si rimette nelle Tue mani e Ti dà il cuore. Quello che è passato sia passato. Oggi non voglio fare nulla contro di Te.
- Sia santificato il Tuo nome su tutta la terra: io voglio amarTi. Dove sarà il mio amore per Te se non mi curerò - per quanto sta a me - di far regnare nei miei fratelli la fede, la speranza e la carità?
- Venga il Tuo Regno, quando sarò libero di non potere più peccare.
- Sia fatta la Tua Volontà: niente avviene che non vogliate o permettiate.
- Rimetti a noi i nostri debiti: Rimetto ogni mia colpa a Te, che mi darai la mia eredità quando finirà questo mio pellegrinaggio.
- Come noi li rimettiamo ai nostri debitori: Sono niente, dunque nessuno mi è obbligato. Sono peccatore, dunque ogni ingiuria mi è dovuta. Se qualcuno mi contrarierà, l'amerò di più perchè mi darà occasione di dimostrare il mio amore per Te".

Preghiera al Cuore di Gesù per essere aperti allo Spirito Santo

In una novena in onore del Sacro Cuore, da farsi per nove venerdì o nove giorni consecutivi, il ven. Lanteri pregò così:
"Cuore di Gesù,
degno adoratore del Sovrano del Cielo,
che niente mi sia prezioso al di fuori di Te.
Oh Dio, adoratore di Dio,
mi unisco di tutto cuore agli omaggi
che Tu rendi continuamente al Tuo Padre Celeste
nel segreto del Tuo Cuore Divino.
E vorrei poter far tesoro, per la mia fede e per il mio amore,
di tutto ciò che il Tuo Spirito ispira all'augusta Maria e ai Tuoi Santi,
per onorarTi e glorificarti per sempre".

A MARIA SANTISSIMA

"Tutto a Gesù per Maria. Tutto a Maria per Gesù"

Proposito

"Voglio avere un amore tenero verso la Vergine Maria, e una tale confidenza filiale da sembrarmi impossibile che lei mi permetta di essere vinto: ricorrerò quindi a Lei, come un pulcino che, all'avvicinarsi del rapace, trova riparo sotto le ali della madre. Come Gesù nel seno della Vergine Maria dipendeva da Lei per la vita naturale così noi, per quanto riguarda la vita nella grazia, dobbiamo ricorrere a Lei, Madre nostra. Se non usciamo dal suo seno Lei non mancherà mai di sovvenire alle nostre necessità. Anche una sola idea sbagliata o un solo pensiero ce ne può allontanare! "

Per non offendere Gesù

"Maria Santissima, tu che sin da quando Adamo peccò, anzi fin da tutta l'eternità,
fosti predestinata Madre del Verbo Incarnato
a concorrere alla Passione del Verbo e alla Redenzione degli uomini,
Tu che fosti ai piedi della Croce spettatrice del doloroso spettacolo di giustizia del Padre Eterno,
Tu che conoscesti i dolori di tuo Figlio,
Tu che partecipasti ai Suoi dolori anche a causa dei peccati di me peccatore,
Tu -dunque- imprimici bene nella mente l'odio che Dio porta al peccato
e ottienici le grazie necessarie per mai più offenderLo. Così sia".

Tutto a Gesù per Maria, tutto a Maria per Gesù

"Vergine santa, Madre di Dio e mia Signora,
io Ti domando due cose, che mi sono ugualmente necessarie:
dammi Tuo Figlio, è il mio Tesoro,
senza di Lui io sono povero;
da' me a Tuo Figlio, mia Sapienza e mia Luce,
senza di Lui io sono nelle tenebre.
Tutto a Gesù per Maria, tutto a Maria per Gesù"".

Chiedere a Maria di non offendere il Figlio

"Maria Santissima, mi metto sotto la tua protezione. Non permettere mai più che offenda il tuo Divin Figlio. Così sia".

Preghiera a Maria di chi si sente profondamente peccatore

"Maria Vergine Santissima, rifugio dei miserabili,
ti supplico d'interporre presso Gesù Cristo tutto il credito che hai presso di Lui,
per ottenermi quest'oggi il perdono dei miei peccati
e proteggermi d'ora in poi dalla tremenda sentenza tante volte meritatami. Amen".

Intercessione di Maria, dei Santi e dell'Angelo Custore

"Maria Santissima, degnati di farmi sentire gli effetti del Tuo Patrocinio. Santi miei protettori N.N: e tu Angelo mio Custode assistetemi".

A Maria nostra Madre

"O Madre benignissima di pietà, come nessuna creatura più di Te s'assomiglia alle perfezioni incomprensibili del Tuo divin Figliolo, così nessuna più di Te Gli si avvicina nella misericordia. Abbi, fino all'ultimo respiro della mia vita, l'interesse che dimostrò il Tuo divin Figliolo della mia salute eterna. Tu mi sei stata lasciata come Avvocata e come Madre ai piedi della Croce, permetti dunque che io con gran fiducia ricorra a Te e Ti dica di adempiere le Tue parti. "Mostra di essere Madre", non permettere che io soggiaccia a morte eterna. Nostra Signora, liberaci dalla morte eterna".

Gesù e Maria

"O Signora, se per tuo mezzo il tuo Figlio è diventato nostro fratello, non sei forse Tu diventata nostra Madre? E se vi ho offesi tutti e due, tutti e due siete clementi e pieni di pietà. Fuggirò dunque l'ira del Dio giusto ricorrendo alla pietosa Madre, l'ira dell'offesa Madre ricorrendo al benigno Figlio. E dirò: O Dio che ti sei fatto Figlio di Donna a causa della nostra miseria."

Pietà di me peccatore

O Donna che ti sei fatta Madre di Dio per la sua misericordia, o avete compassione di me peccatore o mostratemi altri più misericordiosi di voi a cui rivolgermi.

 

Imitando la confidenza e la sicurezza dei bambini, l'uomo deve ricorrere in tutte le sue tentazioni e infermità, così come nelle gioie e nella prosperità, alla Vergine Santissima sua Madre, perchè lo difenda dai demoni, lo risani, lo provveda, lo consigli e lo custodisca nel suo pellegrinaggio. Se egli metterà in pratica questo proposito, l'esperienza gli mostrerà con chiarezza che questa Regina del cielo sa essere Madre di coloro che la servono come figli.

Torna in cima | Torna indietro